3 libri da leggere in vacanza in montagna + 3 libri da leggere al mare

Libri da leggere in vacanza -3 libri per la montagna + 3 libri per il mare

Un post con i libri da leggere in vacanza. Ebbene sì.

Siamo a fine Luglio e probabilmente molt* di voi hanno cercato il fresco della montagna o lo sciabordio delle onde.

Io adoro la montagna. Per anni ho lavorato fra il Trentino e l’Alto Adige, adoro le dolomiti, le vecchie stalle, il verde che riesce a stupire con infinite gradazioni.

Sono una sarda atipica, lo ammetto.

Ho pensato, così, a un post un po’ leggero, senza avere la pretesa di dare consigli seri, mi sono divertita a pensare a quali possano essere i 3 libri da leggere in montagna durante un soggiorno e quali sono quelli che consiglio di portare al mare.

Premessa

Essendo la lettura una pratica che permette di stare comodamente seduti in tram con il fisico e con la mente, attraverso i libri, poter essere a New York, in India, al centro della terra, è forse una sciocchezza pensare a dei libri da leggere in montagna o al mare, per il solo fatto che hanno ambientazioni che corrispondono a ciò che i nostri occhi possono vedere in quel momento.

Però lo trovo divertente e penso che a volte possa essere d’aiuto, soprattutto con qualche libro che abbiamo difficoltà a finire (ma sarà poi vero?). Quindi ecco di seguito 3 libri da leggere in montagna + 3 libri da leggere al mare.

Libri da leggere in montagna

Libri da leggere in vacanza. 
Consiglio di lettura in montagna numero 1
Quando la notte – Cristina Comencini
Libri da leggere in vacanza:
Quando la notte – Cristina Comencini

Consiglio di lettura in montagna numero 1
Quando la notte – Cristina Comencini

Ho in realtà scoperto questo libro grazie al film, sempre di Cristina Comencini, con protagonista Claudia Pandolfi e Filippo Timi (impareggiabile).

La protagonista, Marina, è in montagna per una breve vacanza con suo figlio, in attesa di essere raggiunta dal marito. Durante la vacanza emerge una grande preoccupazione di Marina, cioè quella di non saper essere una brava madre. Il padrone della casa in cui vive, Manfred, intuisce che qualcosa non va. Taciturno e problematico impariamo a conoscere anche le sue paure.
Un libro molto bello che affronta un tema difficile, quello della paura delle madri di non essere all’altezza del ruolo imposto.

“L’uomo si vede dalla forza che ha con quelli che ama.”

Libri da leggere in vacanza. 
Consiglio di lettura in montagna numero 2
Storia di Neve  - Mauro Corona
Libri da leggere in vacanza:
Storia di neve – Mauro Corona

Consiglio di lettura in montagna numero 2
Storia di Neve  – Mauro Corona

Questo libro mi ha coinvolto parecchio, lo ammetto. E non sono sicura che il mio giudizio sia positivo. Eppure mi intriga. La storia di Neve è quella di una bimba nata agli albori del ‘900, nel sempre caro paese di Erto, più volte citato da Mauro Corona nei suoi libri. Neve è stata chiamata così perché non teme il freddo, ha la pelle chiarissima e presto si comprende che sia una bambina speciale.

I personaggi che le ruotano attorno sono spesso preda dei più biechi sentimenti umani, la difficoltà della vita di montagna li ha resi duri, ostinati, guardinghi. In questo libro si dipanano storie che intrecciandosi mostrano un paese che vive temendo e assecondando la natura e cercando in tutti i modi di uscirne indenni.

Neve imparerà ad amare. A sue spese. E il paese imparerà una lezione importante.

“Solo quando il danno è ormai fatto il destino ti fa scoprire il bello della vita, la pace, la serenità e il valore delle cose semplici.”

Libri da leggere in vacanza. 
Consiglio di lettura in montagna numero 3
Il dottor Živago – Boris Pasternak
Libri da leggere in vacanza:
Il dottor Živago – Boris Pasternak

Consiglio di lettura in montagna numero 3
Il dottor Živago – Boris Pasternak

In realtà sono un po’ sleale a consigliare questo libro magnifico. Perché in effetti è uno dei miei “non finiti”. Uno di quei libri lasciati prima del finale e mai più ripresi. Convinta che le basse temperature e la prospettiva di alcuni mesi da passare in uno dei luoghi più freddi d’Italia mi avrebbero regalato lo scenario perfetto, ho clamorosamente mancato di finirlo e ancora oggi sta lì, a guardarmi dalla libreria.

La storia è complessa e si svolge in Russia a partire dalla prima guerra mondiale. Il protagonista è un medico che si ritrova suo malgrado coinvolto nelle vicende politiche della sua terra. Sposato, incontra una donna – Lara – e insieme a lei vivrà un’intensa storia d’amore che sarà anche il tema ricorrente del libro stesso, questo lasciarsi e ritrovarsi continuo. I personaggi sembrano non avere controllo sul loro destino e avviarsi verso un finale che non hanno scelto. Nonostante la mia incapacità di finirlo, non posso fare a meno di sentire ancora quei luoghi e il loro richiamo. Il mio è stato solo un abbandono temporaneo. (Sono curiosa di sapere se voi l’avete letto e cosa ne pensiate).

“Credo che non ti amerei tanto se in te non ci fosse nulla da lamentare, nulla da rimpiangere. Io non amo la gente perfetta, quelli che non sono mai caduti, non hanno inciampato. La loro è una virtù spenta, di poco valore. A loro non si è svelata la bellezza della vita.”

Libri da leggere al mare

Libri da leggere in vacanza. 
Consiglio di lettura al mare numero 1
La custode del miele e delle api  - Cristina Caboni
Libri da leggere in vacanza:
La custode del miele e delle api  – Cristina Caboni

Consiglio di lettura al mare numero 1
La custode del miele e delle api  – Cristina Caboni

Suggerendo libri da leggere in vacanza al mare non posso che indicarne uno che parzialmente è ambientato nella mia isola, la Sardegna. Angelica Senes è una donna che ritorna alla sua terra natale, la Sardegna, per recuperare il suo passato ma anche per costruire il suo futuro. In questo libro c’è il caldo accecante dell’isola, ci sono le api e la natura che percepiamo come incontaminata ma che è sempre minacciata. C’è il mare.

Una donna capace di ripensare alle sue priorità, che ama la libertà più di ogni altra cosa e che sa comunicare con le api in maniera incredibile. Ho già parlato di Cristina Caboni in un post, poco tempo fa.

“Perché la vecchiaia non è una questione di età anagrafica. Si diventa vecchi ogni volta che il cuore si spezza, ogni volta che qualcuno ti sporca, ogni volta che perdi la speranza.”

Libri da leggere in vacanza. 
Consiglio di lettura al mare numero 2
Oceano Mare – Alessandro Baricco
Libri da leggere in vacanza:
Oceano Mare – Alessandro Baricco

Consiglio di lettura al mare numero 2
Oceano Mare – Alessandro Baricco

Ah Baricco! Mi sono innamorata della sua scrittura con “Castelli di rabbia” e l’amore è passato con “Questa storia”, ma resta la sensazione di scoperta di una me adolescente, che non dimentico.

Non potevo, suggerendo libri da leggere in vacanza, non inserire questo libro. In Oceano mare troviamo una serie di personaggi alquanto surreali ma intensi che alloggiano presso la  Locanda Almayer. Hanno nomi evocativi e raccontano storie personali al limite del fantastico. Un pittore che dipinge con l’acqua del mare, una ragazza che ha paura di ogni cosa, una donna che deve “guarire” dal suo stesso tradimento. Il mare come luogo e come potere di ristabilire. Ma anche come forza insondabile.

In un’atmosfera surreale i personaggi si muovono e svelano le proprie storie affascinando chi legge.

“Ed è qualcosa da cui non puoi scappare. Il mare… Ma soprattutto: il mare chiama… Non smette mai, ti entra dentro, ce l’hai addosso, è te che vuole… Puoi anche far finta di niente, ma non serve. Continuerà a chiamarti… Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sarà sempre un mare, che ti chiamerà.”

Libri da leggere in vacanza. 
Consiglio di lettura al mare numero 3
La vera storia del pirata Long John Silver - Björn Larsson
Libri da leggere in vacanza: La vera storia del pirata Long John Silver
– Björn Larsson

Consiglio di lettura al mare numero 3
La vera storia del pirata Long John Silver – Björn Larsson

Se c’è una cosa che dell’infanzia non dimentico, sono i libri di avventura che ho letto. Da Jules Verne a Stevenson con la sua Isola del Tesoro. Larsson riprende la storia del Pirata Long John Silver laddove l’avevamo lasciata e ci narra la sua vita. Un uomo che ha vissuto avventure inimmaginabili e che continuiamo a seguire con la curiosità innocente dell’infanzia. Con una capacità invidiabile l’autore riesce a intessere il passato e il presente di questo personaggio inserendolo persino nel mondo reale in un’incursione che lo porterà a contatto con Daniel Defoe, in un crossover meraviglioso.

Ho letto questo libro gustandomi ogni onda e ogni imprecazione. (Yo-ho-ho e una bottiglia di Rum!)

«Ma una cosa almeno l’ho capita. C’è della gente che neanche sa di vivere. E’ come se non si rendesse neppure conto che esiste. Forse è proprio qui la differenza. Io ho sempre avuto cara la pelle attaccata a quel poco che mi rimaneva del corpo. Meglio condannati a morte che impiccati con le proprie mani, dico io, se proprio si è costretti a scegliere. Niente di peggio dei nodi scorsoi, a mia conoscenza.»

In conclusione

Mare o montagna o semplicemente il terrazzino di casa, i libri hanno la capacità di trasportarci in luoghi e tempi a noi sconosciuti. Il loro potere è immenso e attraverso di loro auguro a chi mi legge di trovare la propria vacanza dal mondo anche stando a casa grazie a questi potenti oggetti magici. Quindi i libri da leggere in vacanza sono quelli che possiamo leggere sempre. Facciamo che possiamo sentirci in vacanza anche solo leggendoli?

Parlane anche tu: